Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Cdr
Cdr | 01 Ott 2019
CONDIVIDI:

Monrif.net licenzia due lavoratori, la solidarietà dei Cdr della Poligrafici Editoriale

«Non sono giornalisti, avevano un contratto del commercio, ma facevano parte, come tutti noi, di un gruppo che si vantava di non avere mai licenziato nessuno – spiega il Coordinamento dei Comitati di redazione –. Siamo pronti a sostenere questi colleghi in ogni sede».
La sede di Bologna della Poligrafici Editoriale

Il Coordinamento dei Comitati di redazione della Poligrafici Editoriale esprime solidarietà a due colleghi di Monrif.net, assunti a tempo indeterminato, licenziati in tronco dall'azienda e senza preavviso. «Non sono giornalisti – spiega una nota del Coordinamento dei Cdr –, avevano un contratto del commercio, ma facevano parte, come tutti noi, di un gruppo che si vantava di non avere mai licenziato nessuno. Concetto ribadito dallo stesso editore Andrea Riffeser Monti, presidente degli editori italiani, all'ultimo incontro con i rappresentanti dei giornalisti».

Si tratta, aggiungono i giornalisti, «di due colleghi, con famiglia, che ora si ritrovano improvvisamente senza stipendio e inspiegabilmente senza possibilità di essere ricollocati in un'altra mansione. Tra l'altro, uno dei colleghi svolgeva un lavoro fondamentale in appoggio alla redazione internet, dove curava i social network. Confidando che Monrif.net ritiri subito questi licenziamenti, riteniamo tale atto di estrema gravità nel momento in cui sono aperti diversi tavoli sindacali sul futuro del gruppo, senza contare i pesanti tagli in busta paga in essere a tutto il personale, giornalistico e non».

Conclude la nota dei Comitati di redazione: «I licenziamenti, ultima ratio in un'azienda seria, dimostrano l'incapacità del gruppo manageriale di gestire i processi produttivi in maniera corretta, scaricando i propri errori sul personale. Come Coordinamento, a questo punto, valuteremo come affrontare i prossimi tavoli sindacali e siamo pronti a sostenere questi colleghi in ogni sede».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più