CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Un momento dell'incontro in videoconferenza con il sottosegretario Andrea Martella
Servizio pubblico 12 Nov 2020

Rai, Usigrai: «Apprezzabili le parole del sottosegretario Martella. Pronti al confronto»

L'azienda «ha bisogno di un nuovo sistema di governance», di «recuperare l'autonomia e l'indipendenza fondamentali per garantire pluralismo e qualità», ha detto l'esponente dell'esecutivo incontrando la Fnsi. «Urgente un tavolo con i rappresentanti sindacali su governance, mission, piano industriale e sulle risorse certe e adeguate ad attuarli», rilevano i giornalisti di viale Mazzini.

«Forti e apprezzabili le parole sulla Rai pronunciate dal sottosegretario all'Editoria, Andrea Martella, rispondendo a una domanda del presidente Fnsi Giuseppe Giulietti nel corso di una videoconferenza organizzata dal sindacato dei giornalisti con tutte le Associazioni di stampa regionali». Questo il commento dell'esecutivo Usigrai alle dichiarazioni sul servizio pubblico del sottosegretario alla presidenza del Consiglio di ministri che, nel corso del video-incontro, ha evidenziato fra l'altro che «la Rai ha bisogno di un nuovo sistema di governance» e che «deve recuperare l'autonomia e l'indipendenza fondamentali per garantire il pluralismo e la qualità, propri del servizio pubblico».

Questa, per i l'Usigrai, «è la vera e assoluta urgenza, precondizione per consentire alla Rai di ridefinire la propria mission e, quindi, un piano industriale per metterla al passo con i tempi». E per questo, l'Usigrai ribadisce «la richiesta al governo di aprire con urgenza un tavolo con le rappresentanze delle lavoratrici e dei lavoratori per un confronto sulla governance, sulla mission e il piano industriale, e sulle risorse certe e adeguate ad attuarli».

Di grande importanza, aggiungono i rappresentanti dei giornalisti del servizio pubblico, anche «le rassicurazioni rispetto alle voci di ridimensionamenti delle scorse settimane. Assicurare che non ci sarà "nessuno smantellamento, ma anzi un servizio pubblico rinnovato, forte, più competitivo sul mercato della comunicazione digitale", è – conclude l'Usigrai – il modo per creare le migliori condizioni per un confronto vero, serio, concreto, richiamando ciascuno alle proprie responsabilità».

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più