Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Sentenze
Sentenze | 01 Set 2020
CONDIVIDI:

Trapani, querela giornalista e chiede un milione di euro. Tribunale dice no e lo condanna a pagare le spese

Nel 2016 il periodico 'Il Locale News' aveva pubblicato la notizia dell'aumento di stipendio del direttore generale di Airgest nonostante il deficit della società aeroportuale. Secondo il giudice è stato «esercitato il proprio diritto di critica» in merito a vicende «di grande interesse». Soddisfatta l'Assostampa.
Il tribunale di Trapani (Foto: assostampasicilia.it)

«Una sentenza innovativa e, per l'informazione a Trapani, assolutamente straordinaria, quella scritta dal presidente della sezione civile del tribunale trapanese e pubblicata oggi. Pronunciandosi sulla querelle tra il periodico Il Locale News e l'ex direttore generale di Airgest, Giancarlo Guarrera, il giudice ha rigettato la querela di Guarrera che aveva chiesto un milione di euro di danno, condannandolo anche al pagamento delle spese legali». Lo rende noto l'Associazione Siciliana della Stampa che, sul proprio sito web, pubblica un intervento della segreteria della sezione trapanese del sindacato regionale dei giornalisti.

«Il giornale diretto da Nicola Baldarotta – si legge – aveva pubblicato la notizia dell'aumento di stipendio del direttore, nonostante il deficit della società aeroportuale. Secondo il giudice è stato "esercitato il proprio diritto di critica che, per sua stessa natura, mira non tanto a informare, quanto piuttosto a fornire giudizi e valutazioni personali. L'attore, per parte sua, pur avendo contestato la rispondenza a verità del fatto criticato dall'articolista, non ha fornito alcun elemento a sostegno dell'asserita falsità"».

Inoltre «le vicende legate al funzionamento dell'aeroporto di Trapani Birgi sono di grande interesse per tutto il territorio e per i suoi cittadini, da esso dipendendo, oltre che la vita delle imprese collegate alla sede aeroportuale, anche tutte le attività connesse legate al turismo», aggiunge il tribunale.

«Siamo soddisfatti di questa pronuncia che va nella direzione da noi auspicata, perché questi tentativi di imbavagliare e intimidire i giornalisti con richieste danni milionari sono un danno alla democrazia», conclude la segreteria di Assostampa Trapani.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più