Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Contratti
Contratti | 24 Ott 2020
CONDIVIDI:

Trento, firmato il contratto per i giornalisti della Provincia

«È il massimo risultato possibile che si poteva raggiungere nella cornice disegnata dalla giunta provinciale», ha commentato il segretario regionale Rocco Cerone.
Il segretario del Sindacato giornalisti del Trentino Alto Adige, Rocco Cerone

I giornalisti che lavorano nella Provincia Autonoma di Trento avranno un contratto giornalistico della pubblica amministrazione. La decisione a seguito di tre sentenze della Corte Costituzionale e della modifica della legge 150 sugli uffici stampa che imponevano la trasformazione del contratto privatistico Fieg-Fnsi in quello delle autonomie locali, per la quale era stato stabilito il termine del 31 ottobre 2019. Dopo oltre un anno di lavoro, che ha visto impegnata la delegazione sindacale della Federazione nazionale della Stampa italiana e del sindacato dei giornalisti del Trentino Alto Adige, la firma venerdì 23 ottobre, a Trento, in sede Apran con Cgil, Cisl, Uil, Fenalt enti locali. Lo rende noto un comunicato stampa del sindacato giornalisti Journalisten Gewerkschaft del Trentino Alto Adige.

«Decisivo il contributo del presidente della Provincia Autonoma di Trento Maurizio Fugatti, che ha consentito il raggiungimento dell'intesa. È il primo contratto che norma la figura del giornalista pubblico in Italia. La nuova figura professionale troverà applicazione intanto negli uffici stampa della giunta e del consiglio della Provincia Autonoma di Trento», informa la nota.

«Primo passo propedeutico a generare nuova occupazione: salutata positivamente dal sindacato dei giornalisti la selezione di concorso pubblico per titoli ed esami avviata dalla Pat», aggiunge il sindacato regionale che ora si attende «nuove assunzioni dal riordino dell'intero comparto comunicazione ed una diminuzione del precariato giornalistico di colleghi che lavorano come giornalisti senza tutele».

Inpgi, Casagit, quota di servizio, aggiornamento professionale obbligatorio durante l'orario di lavoro, smart working anche per i tempi determinati, intervento del sindacato dei giornalisti Fnsi in tutte le negoziazioni afferenti la figura professionale del giornalista pubblico tra gli elementi normativi più significativi del nuovo contratto. «È il massimo risultato possibile che si poteva raggiungere nella cornice disegnata dalla giunta provinciale di Trento», ha commentato il segretario regionale Rocco Cerone.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più