Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Vertenze
Vertenze | 29 Set 2020
CONDIVIDI:

Vertenza 'ViverSanieBelli', il Cdr di Stile Italia Edizioni al fianco delle colleghe

I giornalisti alla manifestazione davanti alla sede della casa editrice Universo, a Milano, in programma mercoledì 30 settembre alle 9.30. «Denunciamo il comportamento sprezzante dell'editore di Viver Sani, che viola pesantemente il Contratto nazionale di lavoro», spiegano. Il Cdr de Il Giorno: «Solidarietà e indignazione».
Vertenza 'ViverSanieBelli', il Cdr di Stile Italia Edizioni al fianco delle colleghe

Il Comitato di redazione di Stile Italia Edizioni Srl esprime «tutta la sua solidarietà alle colleghe di Viver Sani e Belli, testata storica del gruppo Universo, in sciopero per protestare contro l'atteggiamento prepotente dell'azienda, che venerdì sera, ben oltre il termine dell'orario di lavoro, ha comunicato la cessione della Società e l'immediato trasferimento della sede della redazione dal centro di Milano alla periferia di Legnano». Un atto, giudicato dall'assemblea delle giornaliste di Viver Sani «palesemente ritorsivo e intimidatorio, che rappresenta solo l'ultimo di una lunga e logorante vicenda iniziata lo scorso ottobre».

In quel mese, prosegue il Cdr, l'azienda aveva lanciato l'ultimatum: o tutte le colleghe passavano al part time al 50% da subito (part time applicato su stipendi ai minimi sindacali) o la testata sarebbe stata venduta. «Erano seguiti – ricordano i rappresentanti sindacali – reiterati tentativi dell'Associazione Lombarda Giornalisti di aprire un tavolo sindacale sugli ammortizzatori sociali, da sempre rifiutati a priori dall'azienda, mesi di minacce, intimidazioni, notizie contraddittorie e destabilizzanti. Fino all'ultima, assurda, decisione. A metà agosto il direttore si era dimesso e aveva preso il suo posto l'editore in persona, Massimiliano De Feo, già direttore di altre testate di un gruppo editoriale che vanta un utile di esercizio di oltre 5 milioni di euro».

«De Feo non si è mai presentato in redazione né ha mai dato alcuna indicazione sul giornale – dicono le giornaliste di Viver Sani e Belli – . Nel frattempo l'azienda ha continuato a fare un indebito pressing affinché le giornaliste accettassero il part time, condizione imprescindibile, secondo Universo, per evitare la cessione e il trasferimento in una zona periferica, nella provincia lombarda». Cessione che poi si è verificata, dall'oggi al domani.

Il Cdr di Sie srl «denuncia il comportamento sprezzante dell'editore di Viver Sani, che viola pesantemente le regole del Contratto nazionale di lavoro, e dichiara – conclude il Comitato di redazione – che domani parteciperà alla manifestazione che si terrà alle ore 9.30 in Porta Nuova, a Milano, davanti alla sede dell'Universo».

Il Cdr de Il Giorno: «Solidarietà e indignazione»
Il Comitato di redazione, a nome delle giornaliste e dei giornalisti del Giorno, esprime solidarietà alle colleghe di Viversani e belli e indignazione per la manovra ritorsiva, con la cessione della testata, la chiusura della storica redazione milanese e il trasferimento in una sede in un luogo non accessibile se non in auto, che stanno subendo per non aver ceduto ai tagli di stipendio che pretendeva da loro la proprietà. Sconcerta la fantasia che taluni editori riescono ad applicare alla facile ma sterile strategia del contenimento dei costi, anche in spregio alle più elementari relazioni sindacali e ai diritti dei lavoratori, quando sarebbe più saggio e utile investire tutta questa creatività in strategie per rilanciare le proprie testate e il settore dell'editoria che attraversa una grave crisi congiunturale e strutturale, ma certamente anche di idee.
Il Cdr de Il Giorno

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più