CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Trieste, striscione contro i giornalisti durante una manifestazione 'no pass' (Foto: @alesmartegani)
Associazioni 24 Gen 2022

Cronisti minacciati, il 25 gennaio incontro a Trieste con Giuseppe Giulietti

Appuntamento alle 12, al Circolo della Stampa, a margine della consegna della targa dell'associazione Articolo21 alla Fondazione Luchetta Ota D'Angelo Hrovatin. Il presidente Fnsi sarà anche a Fiumicello, all'iniziativa in occasione dei sei anni dal rapimento di Giulio Regeni.

Martedì 25 gennaio, alle 12, al Circolo della Stampa di Trieste, il presidente della Fnsi Giuseppe Giulietti incontrerà alcuni dei giornalisti e operatori dell'informazione minacciati e aggrediti nelle scorse settimane nel capoluogo del Friuli Venezia Giulia dalle frange più esagitate dei manifestanti no vax e no green pass. A dare notizia dell'appuntamento è l'Assostampa Fvg che, ricorda una nota, con Fnsi e Ordine regionale dei giornalisti ha deciso di affiancare i colleghi aggrediti chiedendo la costituzione di parte civile nei procedimenti giudiziari avviati.

«Chi alza le mani su un giornalista attenta all'articolo 21 della Costituzione. Bisogna intervenire il giorno prima e non esprimere solidarietà il giorno dopo», ammonisce Giulietti. Aggiunge Carlo Muscatello, presidente del sindacato regionale: «È un tempo drammatico per tutti, quello che ci troviamo a vivere, ma per giornali e giornalisti le difficoltà si aggiungono alle difficoltà. Siamo ormai all'emergenza. Ci mancava la follia antiscientifica e anticostituzionale di chi attacca e aggredisce i giornalisti».

L'incontro si svolgerà a margine della tappa triestina del viaggio per i vent'anni di Articolo21 con la consegna, alla vigilia del 28° anniversario della strage di Mostar, in cui persero la vita gli inviati Rai Marco Luchetta, Sasa Ota e Dario D'Angelo, di una targa e della tessera onoraria dell'associazione alla Fondazione Luchetta Ota D'Angelo Hrovatin, rappresentata dalla presidente Daniela Luchetta. «Il riconoscimento – spiega l'Assostampa – è un tributo all'impegno quasi trentennale a trasformare il dolore in azione a servizio dei più piccoli e a illuminare quell'informazione che non oscura i bambini e le bambine, spesso dimenticati perché nati nel posto sbagliato».

Nel pomeriggio, alle 15.45 in piazza della Libertà, davanti alla stazione ferroviaria di Trieste, analogo riconoscimento sarà consegnato a Lorena Fornasir e Gian Andrea Franchi, fondatori di Linea d'Ombra, «per il loro prendersi cura delle persone che arrivano dalla Rotta Balcanica dopo mesi e mesi, se non anni, di cammino spesso caratterizzato da violenze e torture, per la loro capacità di non adeguarsi all'indifferenza istituzionalizzata».

Alle ore 17.30, nell'ambito di "Pensieri, parole e musica per Giulio", a sei anni dal rapimento al Cairo di Giulio Regeni, il presidente Giulietti, insieme con una delegazione di Articolo21, sarà a Fiumicello per consegnare alla famiglia Regeni, all'avvocata Ballerini e al Consiglio comunale dei Giovani, di cui Giulio è stato sindaco, una targa e la tessera onoraria dell'associazione, che sin dall'inizio ha promosso la scorta mediatica rinnovando costantemente la richiesta di verità e giustizia per Giulio Regeni.

@fnsisocial

Articoli correlati