Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Vertenze
Vertenze | 06 Ott 2020
CONDIVIDI:

Gedi, nuovo sciopero al Tirreno. Ast e Odg Toscana si appellano al sottosegretario Martella

L'astensione dal lavoro decisa dopo l'incontro tra il Cdr e la proprietà durante il quale è stata confermata la trattativa per la cessione del giornale, assieme alle Gazzette di Modena e Reggio e a La Nuova Ferrara. I rappresentanti dei giornalisti al fianco dei colleghi.
La sede del Tirreno a Livorno

L'assemblea dei giornalisti de Il Tirreno ha proclamato un nuovo sciopero. Il giornale non uscirà mercoledì 7 ottobre. Questo – spiegano in una nota congiunta l'Assostampa Toscana e l'Odg Toscana – dopo l'incontro tra i Comitati di redazione delle testate interessate e la proprietà Gedi, «incontro durante il quale è stata confermata la trattativa, che pare assai avviata, per la cessione del giornale, insieme alle Gazzette di Modena e Reggio e a La Nuova Ferrara».

Associazione Stampa Toscana e Consiglio dell'Ordine dei giornalisti della Toscana, rilevano i rappresentanti dei giornalisti, «ribadiscono l'appello alle istituzioni affinché vengano tutelati i colleghi del Tirreno sotto ogni forma. Ast e Odg, che hanno già chiesto un incontro al sottosegretario all'editoria, Andrea Martella, si aspettano un forte interessamento dalle forze politiche, dalla Regione e anche dei sindaci dei comuni toscani e sono pronti a intraprendere, già dai prossimi giorni, ogni iniziativa insieme ai colleghi del Tirreno. Che non è solo un giornale – conclude la nota – ma un bene comune che appartiene a tutta la Toscana».

PER APPROFONDIRE
A questo link la nota dei giornalisti del Tirreno.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più