CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Minacce 16 Mar 2016

Giornalisti aggrediti a Salerno: la solidarietà di Fnsi, Assostampa e Ordine regionale

Finisce in rissa la manifestazione alle “Fonderie Pisano” di Salerno. Un gruppo di operai ha affrontato i manifestanti che chiedono la chiusura dell’impianto, già disposta dal tribunale, e negli scontri sono rimasti coinvolti anche due giornalisti del portale Fanpage.it e un corrispondente del giornale online Zerottonove.it. La solidarietà ai colleghi di Fnsi e Assostampa e Ordine regionali.

Finisce in rissa la manifestazione alle “Fonderie Pisano” di Salerno. Un gruppo di operai ha affrontato i manifestanti che chiedono la chiusura dell’impianto, già disposta dal tribunale, e negli scontri sono rimasti coinvolti anche due giornalisti del portale Fanpage.it e un corrispondente del giornale online Zerottonove.it. La solidarietà ai colleghi di Fnsi e Assostampa e Ordine regionali.

Finisce in rissa la manifestazione davanti alle “Fonderie Pisano” di Fratte, a Salerno, dove un gruppo di operai della fabbrica siderurgica ha affrontato i manifestanti in presidio che chiedono la chiusura dell'impianto per danni ambientali, come disposto dal tribunale di Salerno. 
Negli scontri sono rimasti coinvolti anche due giornalisti del portale Fanpage.it, Antonio Musella e Giuseppe Pace, e un corrispondente del giornale online Zerottonove.it
Sull’episodio sono subito interventi l’Ordine dei giornalisti della Campania e il Sindacato unitario giornalisti Campania, che si sono schierati “al fianco dei cronisti aggrediti poco dopo le 11.30 alle Fonderie Pisano di Fratte, a Salerno, dove stavano intervistando i manifestanti in presidio per la chiusura dell'impianto”.
I giornalisti hanno presentato denuncia e sono andati in ospedale.
A loro la solidarietà e la vicinanza anche della Federazione nazionale della stampa.

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più