CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Un momento dell'incontro (Foto: @asstampatoscana)
Associazioni 16 Feb 2022

Giulietti a Sant'Anna di Stazzema: «Luogo simbolo dei principi della nostra Costituzione»

Partecipando con Ordine dei giornalisti e Assostampa Toscana alla consegna della targa di Articolo21 al sindaco Maurizio Verona, il presidente Fnsi si è soffermato sui temi della libertà di informazione. «Un omaggio a chi attraverso il passato ci dà indicazioni verso il futuro», ha osservato. Premiati anche i lavoratori della Gkn e i protagonisti del dialogo interreligioso.

Cerimonia di consegna a Sant'Anna di Stazzema, luogo delle memoria delle stragi nazifasciste, della targa di Articolo21, nel ventesimo anniversario della nascita dell'associazione. Consegna alla quale sono intervenuti, fra gli altri, Giuseppe Giulietti, presidente della Federazione nazionale della Stampa italiana; Carlo Bartoli, presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti; Sandro Bennucci, presidente dell'Associazione Stampa Toscana; Giampaolo Marchini, presidente dell'Ordine dei giornalisti della Toscana; Elisabetta Cosci, consigliera nazionale dell'Ordine e portavoce di Articolo21 per la Toscana.

Ha ricevuto la targa, e ringraziato i rappresentanti della categoria, il sindaco di Sant'Anna di Stazzema, Maurizio Verona. Nella stessa giornata di mercoledì 16 febbraio sono state consegnate targhe anche ai lavoratori della Gkn di Campi Bisenzio, per il loro presidio diventato luogo famoso della lotta per il lavoro, e ai protagonisti del dialogo interreligioso, con l'intervento di Izzedin Elzir, imam di Firenze.

«Sant'Anna di Stazzema è un luogo importante per festeggiare il compleanno di Articolo21 – ha detto Giulietti –. La targa consegnata parla dei valori che costituiscono il Dna dell'associazione: la democrazia, i principi della nostra Costituzione, l'antifascismo, il dialogo e la libertà in primis, quella di informare e di essere correttamente informati, come recita l'articolo 21 da cui l'associazione prende origine. Un omaggio a chi attraverso il passato ci dà indicazioni verso il futuro», ha osservato il presidente della Fnsi, fra i fondatori dell'associazione, che ha anche ricordato Sergio Lepri e le lotte per la libertà dei giornalisti.

«Dobbiamo ricordare e non dobbiamo dimenticare – ha affermato Carlo Bartoli –. Questi sono i valori che devono unire tutta la nostra categoria. Vogliamo dare corso non solo a iniziative di memoria, ma anche a iniziative per garantire il futuro per le nuove generazioni nel momento in cui ci saranno giornalisti minacciati».

Per Giampaolo Marchini «è stato importante ripartire con iniziative di un certo peso, anche in Toscana. Queste – ha spiegato – ci devono dare la spinta necessaria per essere sempre più autorevoli nel nostro mestiere». Sandro Bennucci ha richiamato l'emozione che provoca Sant'Anna, «luogo della memoria per eccellenza, con foto e lapidi che invitano a ripetere la frase fatidica: mai più». Ed Elisabetta Cosci ha ricordato che «Sant'Anna è il simbolo della comunità solidale antifascista. Nel primo giorno di Articolo21 in Toscana è importante ribadire che vogliamo premiare le comunità. Articolo21 incontra in questi giorni in modo itinerante le comunità fino ad arrivare 27 febbraio, giorno effettivo del 20° compleanno».

Nel corso dell'incontro non sono mancati, oltre a quelli del sindaco Verona, i ringraziamenti del direttore del Parco Nazionale, Michele Morabito: insieme hanno annunciato l'iniziativa del 9 aprile prossimo per il primo corso di formazione per giornalisti "Sulla memoria e sulle fonti della storia" che sarà sviluppato in collaborazione con il Parco della Pace di Stazzema e con il Gruppo Stampa Versilia.

@fnsisocial

Articoli correlati