CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Minacce 30 Gen 2014

Grillini impediscono un’intervista ad esponente del Pd Fnsi solidale con i colleghi: inconcepibile atto di intolleranza

"Questa mattina alla Camera, due deputati del M5S, Alessandro Di Battista e Giulia Sarti, hanno impedito ai giornalisti e ai cameramen regolarmente accreditati di intervistare - in sala stampa - il capogruppo del Partito Democratico Roberto Speranza. L'Associazione Stampa Parlamentare ritiene questo comportamento gravissimo, lesivo delle più elementari forme di rispetto dei ruoli e del lavoro e della stessa libertà di informazione che – vogliamo ricordarlo - garantisce tutti i gruppi parlamentari, M5S compreso". Lo afferma l'Asp in un comunicato.

"Questa mattina alla Camera, due deputati del M5S, Alessandro Di Battista e Giulia Sarti, hanno impedito ai giornalisti e ai cameramen regolarmente accreditati di intervistare - in sala stampa - il capogruppo del Partito Democratico Roberto Speranza. L'Associazione Stampa Parlamentare ritiene questo comportamento gravissimo, lesivo delle più elementari forme di rispetto dei ruoli e del lavoro e della stessa libertà di informazione che – vogliamo ricordarlo - garantisce tutti i gruppi parlamentari, M5S compreso". Lo afferma l'Asp in un comunicato.

La Stampa Parlamentare "auspica e chiede che non si ripetano mai più episodi del genere e rivolge alla Presidenza della Camera l'invito a far osservare le regole e di convivenza istituzionale e professionale specie  negli spazi destinati alla stampa". Contestualmente l'Asp "ripropone , lo abbiamo già fatto in passato con una lettera ai Presidenti delle Camere,  il tema della pubblicità dei lavori dell'aula a seduta sospesa e delle commissioni: ancora una volta ai giornalisti è stata negata la possibilità di fare riprese nelle aree adiacenti le commissioni o l'aula a seduta sospesa mentre i parlamentari M5S filmavano con vari supporti tecnici le stesse rendendole pubbliche su web. La Stampa Parlamentare ritiene indispensabile che pari condizioni in questo senso siano garantite dalle Presidenze a tutti: parlamentari e giornalisti". (ROMA, 30 GENNAIO - AGI)

FNSI: DEPUTATI M5S IMPEDISCONO LAVORO DI GIORNALISTI ALLA CAMERA. GRAVE ATTO DI INTOLLERANZA. SOLIDARIETÀ AI COLLEGHI COINVOLTI E ALL’ASSOCIAZIONE STAMPA PARLAMENTARE

“E’ inimmaginabile, inconcepibile, che in un luogo dedicato, si potrebbe dire “consacrato” al confronto delle voci del Paese, ci sia chi voglia impedirlo, arrivando anche a negare l’esercizio libero del lavoro dei giornalisti. L’operazione di due deputati del M5S Alessandro Di Battista e Giulia Sarti che hanno impedito a giornalisti e cameramen accreditati di intervistare, nella sala stampa della Camera, il capo gruppo del Pd Roberto Speranza, è un fatto di intolleranza molto grave. La Fnsi è solidale con i colleghi e condivide totalmente la protesta e le azioni dell’Associazione Stampa Parlamentare (Asp) perché in Parlamento siano garantite l’espressione delle voci del Paese e il lavoro autonomo dei giornalisti impegnati a dare conto dell’attività parlamentare e a documentare ciò che accade nelle sedi in cui essa si articola.  La Presidenza della Camera ha già più volte assunto iniziative importanti di trasparenza e per il rispetto della convivenza istituzionale e professionale a Montecitorio. Sicuramente anche stavolta saprà assumere determinazioni idonee perché episodi come quello di oggi non si ripetano. La stampa e i giornalisti continueranno ad opporre domande e a fare, secondo autonomia e deontologia professionale, il loro lavoro, senza confusione di ruoli con le parti politiche e assicurando l’informazione plurale su tutte le voci, compresa quella del Movimento 5 Stelle, nonostante qualche suo esponente voglia mettere il bavaglio a chi non gli va a genio.”

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più