Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Associazioni
Associazioni | 05 Giu 2020
CONDIVIDI:

Inaugurata a Trieste la panchina della libertà di stampa

«Se mai ce ne fosse stato bisogno, la recente emergenza sanitaria ha confermato quanta importanza abbiano la libertà d'informazione e il lavoro dei giornalisti in una democrazia degna di questo nome», ha osservato il presidente dell'Assostampa Fvg, Carlo Muscatello, aprendo la cerimonia. Con lui, fra gli altri, il sindaco Roberto Dipiazza, i presidenti dell'Odg Cristiano Degano e del Rotary Club Fabio Radetti.
Carlo Muscatello (a sinistra) e Cristiano Degano (Foto: Fabiana Martini)

«Trieste è una delle prime città italiane a raccogliere l'appello di Paolo Borrometi e Sandro Ruotolo ai sindaci, lanciato lo scorso anno dal Festival del giornalismo di Ronchi dei Legionari, Gorizia, a dedicare una panchina alla libertà d'informazione e all'articolo 21 della Costituzione. Se mai ce ne fosse stato bisogno, la recente emergenza sanitaria ci ha confermato quanta importanza abbiano la libertà d'informazione e il lavoro dei giornalisti in una democrazia degna di questo nome. Il prezioso lavoro di tanti redattori e altrettanti collaboratori, freelance e precari ce lo ha ricordato nei mesi della pandemia, che sta aggravando la drammatica crisi dell'editoria italiana». Lo ha detto Carlo Muscatello, presidente dell'Assostampa Fvg, all'inaugurazione della "panchina della libertà di stampa", a Trieste, nel giardino di piazza Hortis. Con Muscatello erano presenti, fra gli altri, il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, i presidenti dell'Ordine dei giornalisti, Cristiano Degano, e del Rotary Club Trieste Nord, Fabio Radetti.

"Panchine della libertà di stampa" sono già state inaugurate a Ronchi dei Legionari, in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria a Matthew Caruana, figlio di Daphne Caruana Galizia, la giornalista maltese assassinata per le sue inchieste nel 2017; a Torre Annunziata, in collaborazione con la famiglia di Giancarlo Siani; nel ghetto ebraico di Roma, dedicata ai tipografi e ai giornalisti ebrei uccisi nei capi di concentramento. Nei giorni scorsi, in occasione del 40° anniversario dell'assassinio di Walter Tobagi, è stata annunciata la posa di una panchina anche a Milano, nel parco Solari.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più