Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Vertenze
Vertenze | 10 Dic 2019
CONDIVIDI:

La Provincia di Como, sciopero contro la chiusura delle redazioni di Lecco e Sondrio. La solidarietà del sindacato

L'assemblea dei giornalisti ha votato all'unanimità un pacchetto di cinque giorni di astensione dal lavoro, consegnato al Cdr, da utilizzare qualora le trattative in corso con l'azienda dovessero naufragare. L'Alg: «Pronti a sostenere tutte le iniziative che la redazione vorrà mettere in atto».
La redazione di Sondrio della Provincia

L'Alg è al fianco dei giornalisti del quotidiano La Provincia di Como nella difficile battaglia contro la decisione aziendale di chiudere le redazioni di Lecco e Sondrio e trasferire tutto l'organico nella sede centrale di Como. «Con questa scelta – scrive in una nota il sindacato regionale – l'azienda ha confermato di voler scaricare sulla pelle dei giornalisti la stragrande maggioranza dei pesanti interventi di risanamento economico. L'operazione di concentramento di tutto il personale a Como, infatti, al momento non è stata giustificata da palesi risparmi economici legati al contenimento di spese operative».

Invece ai giornalisti, prosegue l'Assostampa, «è imposta la drammatica scelta: o esodi volontari indotti dal trasferimento, o trasferimento e l'applicazione di un pesante contratto di solidarietà per un anno. Di fatto, a rimetterci saranno solo i lavoratori e in particolare le donne chiamate a dover ripensare la propria vita, oltre che i tempi di conciliazione tra lavoro e famiglia».

La Lombarda, conclude l'Alg, «è pronta a sostenere i colleghi de La Provincia in tutte le iniziative che vorranno mettere in atto, a partire dai 5 giorni di sciopero che l'assemblea ha affidato alla gestione del Cdr a seconda degli sviluppi della trattativa in corso».

PER APPROFONDIRE
Di seguito il comunicato dei giornalisti de La Provincia.

Care lettrici, cari lettori,
nei giorni scorsi i manager de La Provincia hanno comunicato l'intenzione di chiudere le redazioni di Lecco e Sondrio, con il trasferimento di tutti i giornalisti nella sede di Como.
In queste settimane si sono succedute voci e notizie sulla chiusura delle redazioni, con tanto di prese di posizione a sostegno dell'informazione garantita dalle edizioni di Lecco e Sondrio da parte di numerose amministrazioni comunali, sindacati, enti, associazioni e privati, che ringraziamo; prese di posizioni ufficiali di cui non abbiamo potuto dare conto.
Oggi è venuto il momento di confermare che quelle voci, purtroppo, sono vere: l'intenzione dell'azienda è chiudere le due redazioni. L'Assemblea dei redattori di Como, Lecco e Sondrio ha votato all'unanimità un pacchetto di cinque giorni di sciopero, consegnato al Cdr, da utilizzare qualora le trattative, attualmente in corso per rendere meno traumatica possibile per i lavoratori la decisione dell'azienda, dovessero naufragare. Peraltro a essere maggiormente colpite dalla chiusura delle due redazioni saranno le donne: ben otto colleghe sono coinvolte nei piani di trasferimento.
L'Assemblea dei redattori ritiene la decisione dell'azienda molto grave: in questo modo si impoverisce l'informazione locale, baluardo della democrazia, per meri calcoli economici. La crisi dell'editoria è un fatto, purtroppo, ma non è chiudendo le redazioni locali che si può combattere.
L'Assemblea dei redattori de La Provincia

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più