Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Libertà di informazione | 28 Apr 2017
CONDIVIDI:

Libertà di stampa, Fnsi: «Freedom House conferma le criticità italiane, dal conflitto di interessi alle minacce ai cronisti»

Parzialmente libera. Così il Report 2017 della prestigiosa organizzazione etichetta la situazione italiana, confermando le criticità strutturali che valgono al nostro Paese un punteggio di 31 su 100: dal controllo della politica sulla Rai, alle inadeguate norme antitrust, fino alle querele temerarie.
La vignetta di Freedom House che descrive la situazione della libertà di stampa nel mondo

«Parzialmente libera. Così il Report 2017 di Freedom House sulla libertà di stampa nel mondo etichetta la situazione in Italia, confermando le criticità strutturali dell’informazione nel nostro Paese: gli irrisolti conflitti di interessi, il perdurante controllo politico sulla Rai, la debolezza delle normative antitrust, le minacce continuate e ripetute da parte della politica, ma anche della criminalità organizzata, nei confronti dei cronisti e del diritto di cronaca: minacce fisiche, verbali e sotto forma di “querele temerarie”».

Il segretario generale e il presidente della Fnsi, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, commentano così i dati del rapporto pubblicato oggi dalla prestigiosa organizzazione, che assegna al Belpaese il punteggio di 31 su 100, dove zero è il massimo della libertà e 100 il minimo (qui il link alla presentazione).

«Sono temi – proseguono i vertici della Fnsi – che il sindacato dei giornalisti affronta da tempo, confrontandosi con tutti gli interlocutori in grado di contribuire a superare gli ostacoli che impediscono all’informazione italiana di essere davvero libera da condizionamenti e censure. Battaglie che la Federazione nazionale della stampa italiana combatte al fianco dei cronisti che ogni giorno con il loro lavoro garantiscono ai cittadini un’informazione corretta e completa e che per il loro impegno spesso rischiano in prima persona».

Le loro storie, le storie dei giornalisti “sotto attacco”, saranno al centro della Giornata mondiale della libertà di stampa, il 3 maggio, che la Fnsi celebrerà con tre appuntamenti: a Reggio Calabria, Torino e Milano.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più