Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Minacce
Minacce | 10 Gen 2020
CONDIVIDI:

Ostuni, aggredito il direttore di 'Brindisi Report'. La solidarietà del sindacato

Marcello Orlandini è stato brutalmente assalito mentre attendeva l'arrivo di altri giornalisti all'esterno di una villa dove nella serata di ieri è avvenuto un omicidio. Diagnosticati un trauma cranico e vari ematomi. Assostampa Puglia, d'intesa con la Fnsi, si costituirà parte civile in un eventuale processo.
Il luogo del fatto di cronaca nei cui pressi è stato aggredito Orlandini (Foto: brindisireport.it)

L'Associazione della Stampa di Puglia esprime solidarietà al direttore responsabile di 'Brindisi Report', Marcello Orlandini, brutalmente aggredito mentre attendeva l'arrivo di altri giornalisti all'esterno di una villa di Ostuni, dove nella serata di ieri è avvenuto un omicidio.

Giunto sul posto, è stato avvicinato da un uomo il quale, appena appreso che si trattava di un giornalista, non ci ha pensato due volte a sferragli un pugno in faccia. Immediatamente, il giornalista è stato circondato da una decina di persone che, approfittando dell'oscurità, lo hanno gettato per terra e, trascinandolo all'interno della villa, lo hanno colpito ripetutamente e violentemente in varie parti del corpo. Il provvidenziale intervento degli agenti di polizia locale ha evitato il peggio.

A Orlandini, nel Pronto Soccorso di Ostuni, sono stati diagnosticati un trauma cranico e vari ematomi. «Ho sporto denuncia in Commissariato per quanto è accaduto, anche perché l'opinione pubblica e la politica devono capire a quali rischi andiamo incontro facendo questo mestiere», ha detto. Assostampa Puglia, d'intesa con la Fnsi, si costituirà parte civile in un eventuale processo a carico degli aggressori.

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più