Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Appuntamenti
Appuntamenti | 21 Ott 2019
CONDIVIDI:

'Rifugiati nella rete', il 22 ottobre dibattito nella sede dell'agenzia Dire

L'appuntamento, promosso da Arci, Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) e Intersos, punta a orientare migranti e operatori del settore tra i servizi disponibili in Italia per i rifugiati, dal momento dello sbarco in poi. Appuntamento alle 17 in corso d'Italia 38/a, Roma.
La locandina dell'evento

«Partecipazione fa rima con emancipazione, perché solo informando i rifugiati sui servizi e la rete che trovano sul territorio potremo permettergli di sviluppare tutte le loro potenzialità, e si abbattono i muri che li separano dalla società». Parola di Filippo Miraglia, responsabile migrazioni di Arci, sul senso dell'incontro 'Rifugiati nella rete. Servizi sfide e opportunità, per un sostegno integrato e una narrazione da protagonisti' che si terrà il 22 ottobre alle 17 a Roma, nella sede dell'agenzia di stampa Dire.

L'appuntamento, promosso da Arci, Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) e Intersos, punta a orientare migranti e operatori del settore tra i servizi disponibili in Italia per i rifugiati, dal momento dello sbarco in poi. Tra questi, Miraglia cita 'JumaMap', «una mappa online per trovare associazioni ed enti pubblici che offrono assistenza legale e sanitaria, scuole di lingua italiana, o percorsi di formazione».

Un progetto lanciato nel 2018, ricorda il responsabile di Arci, «forte dell'esperienza decennale del numero verde per richiedenti asilo e rifugiati, in oltre 30 lingue, e di recente sostenuto anche da Unhcr». C'è poi 'PartecipAzione', «il programma di Intersos rivolto ai rifugiati e alle associazioni che ne promuovono il protagonismo».

Da nord a sud, sottolinea Miraglia, «bisogna raccontare le realtà che praticano la solidarietà, tutelano le persone e i diritti, come ci chiede la Costituzione». Un impegno già assunto da Arci con la campagna 'Io Accolgo', lanciata a giugno insieme a Intersos e oltre 40 organizzazioni della società civile per dimostrare che «un'Italia dell’accoglienza è possibile».

Un approccio rispetto al quale, però, «i Decreti sicurezza dell'ex ministro Salvini e il Decreto rimpatri varato in questi giorni dal governo giallo-rosso vanno nella direzione opposta» denuncia Miraglia. «Cancellare la protezione umanitaria, tagliare i servizi o ridurre le garanzie per coloro che presentano domanda d'asilo, come ha fatto ora il nuovo esecutivo, sono misure che marginalizzano migliaia di persone dalla vita di questo Paese», incalza il responsabile di Arci.

Questi i temi di cui si parlerà martedì 22 ottobre nella sede della Dire, in corso d'Italia 38/a. Con Miraglia interverranno Carlotta Sami, portavoce di Unhcr per il Sud Europa; Cesare Fermi, responsabile migrazioni di Intersos; Fatima Abdurkazova, rifugiata, operatrice sociale di Arci; Lyas Cicciù, di Unire – PartecipAzione. Modererà l'incontro la giornalista della Dire Alessandra Fabbretti. (Da: dire.it)

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più