CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Minacce 16 Mar 2015

Attacco alla collega Francesca Mulas, solidarietà da Ordine, Assostampa e gruppo Cronisti della Sardegna. E lei ringrazia dal suo blog

Piena solidarietà alla collega Francesca Mulas, bersaglio di un attacco volgare, maschilista e squadrista comparso sulla pagina Facebook di uno degli organizzatori di una manifestazione del Movimento sociale sardo La Destra e del Movimento "Noi con Salvini", è stata espressa dall'Ordine dei giornalisti della Sardegna e dall'Associazione della Stampa Sarda.

Piena solidarietà alla collega Francesca Mulas, bersaglio di un attacco volgare, maschilista e squadrista comparso sulla pagina Facebook di uno degli organizzatori di una manifestazione del Movimento sociale sardo La Destra e del Movimento "Noi con Salvini", è stata espressa dall'Ordine dei giornalisti della Sardegna e dall'Associazione della Stampa Sarda.

La vicenda - raccontata dalla stessa giornalista sul suo blog - ha visto la collega di Sardinia Post diventare bersaglio di insulti via social network per un articolo pubblicato la scorsa settimana sulla manifestazione dei simpatizzanti della Lega a Cagliari.
"Il presidente dell'Ordine, Filippo Peretti, e quello del Sindacato, Celestino Tabasso, condannano fermamente - si legge nella nota congiunta diramata da Ordine e Assostampa della Sardegna - l'ennesima minaccia ai danni degli operatori dell'informazione, maturata in un crescente atteggiamento di intimidazione nei confronti di chi svolge correttamente il proprio ruolo di giornalista, come testimonia il lavoro della collega Francesca Mulas pubblicato sulla testata Sardinia Post".
"Ordine e Assostampa - conclude quindi il comunicato stampa - garantiscono e garantiranno sempre la massima tutela ai colleghi sotto attacco e proporranno alle Autorità competenti un incontro per denunciare il crescente fenomeno delle minacce nei confronti degli operatori dell'informazione".

GRUPPO CRONISTI SARDI
Il gruppo Cronisti sardi manifesta incredulità ed esprime ferma condanna di fronte all’ennesima, vergognosa aggressione sessista nei confronti di una giornalista. Questa volta con un post su una bacheca di Facebook si è sollevato il tiro fino a invocare addirittura lo stupro della cronista alla quale va la solidarietà dei cronisti sardi. Cagliari, 16 marzo 2015

Maria Francesca Chiappe
coordinatrice gruppo Cronisti sardi

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più