Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Libertà di informazione | 15 Mag 2020
CONDIVIDI:

Caso Giustino, Agcom scrive a Facebook su sollecitazione della Fnsi

Senza dare alcuna spiegazione, la piattaforma ha 'oscurato' l'account del giornalista di Radio Radicale, uno dei pochissimi cronisti che continuano a raccontare la realtà scomoda della Turchia. Giulietti e Lorusso: «Ringraziamo l'Autorità per quanto potrà fare. Segnaleremo il caso al sottosegretario Martella».
Il giornalista Mariano Giustino

L'Agcom invia una lettera di segnalazione ufficiale a Facebook sul caso di Mariano Giustino, il giornalista di Radio Radicale cui la piattaforma ha chiuso l'account senza fornire alcuna spiegazione, nonostante le ripetute richieste di chiarimenti.

Giustino è uno dei pochissimi cronisti che continuano a raccontare la realtà scomoda della Turchia e le prevaricazioni nei confronti di stampa, intellettuali e dissidenti. Sulla vicenda che lo riguarda sono intervenuti il presidente e il segretario generale della Fnsi, Giuseppe Giulietti e Raffaele Lorusso, che hanno chiesto al commissario dell'Agcom Antonio Nicita di sollevare il caso presso i vertici di Facebook.

«Il profilo Facebook di Mariano Giustino risulta 'oscurato' – ricordano Giulietti e Lorusso – e si tratta di una delle poche voci che offre spazio a chi è stato imbavagliato in quel Paese. Il governo turco nega ogni interferenza, ma Facebook non fornisce risposta. La Federazione nazionale della Stampa italiana, su sollecitazione di Articolo 21, ha denunciato pubblicamente quella che si configura come una grave censura. Per questo ringraziamo l'Agcom per quanto potrà fare nelle sedi ufficiali e più opportune.  Sarà nostra cura inviare una segnalazione al sottosegretario Martella».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più