Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Associazioni
Associazioni | 24 Ott 2019
CONDIVIDI:

Molise, la denuncia dell'Assostampa: «In regione giornalisti sotto attacco»

Tre i casi lamentati dal presidente del sindacato regionale Giuseppe Di Pietro. Protagonisti: Giovanni Minicozzi di Telemolise, le testate online Riservato.net e Il Quotidiano del Molise, e Rita Iacobucci, di Teleregione. «Offese e mancanza di rispetto non sono accettabili», rileva l'Associazione di Stampa.
Giuseppe Di Pietro

Stampa locale sotto attacco in Molise. È la denuncia dell'Associazione regionale di Stampa che «condanna con forza» tre episodi, verificatisi negli ultimi giorni, che «mettono in risalto le forti pressioni, di tutti i tipi, contro i giornalisti» in regione, si legge in una nota.

«Giovanni Minicozzi di Telemolise – è il primo episodio citato dall'Assostampa – è stato assolto dall'accusa di diffamazione a mezzo stampa, lamentata dall'ex consigliere regionale Salvatore Ciocca. Si continua a confondere il danno all'immagine della persona e della propria dignità con la censura dell'attività pubblica da parte di chi fa informazione. A fare giustizia ci ha pensato il Gip di Campobasso che ha rilevato, nell'articolo di Minicozzi, la 'veridicità della notizia' e 'l'esercizio del diritto di cronaca politica e di critica'».

Secondo caso: «Ancora la politica protagonista, che reagisce in modo scomposto, contro le testate online Riservato.net e Il Quotidiano del Molise. I giornalisti – spiega il presidente dell'Associazione, Giuseppe Di Pietro – hanno puntato l'attenzione su una determina della presidenza del Consiglio regionale con la quale si acquista una nuova auto di rappresentanza. Anche in questo caso, di fronte a un fatto vero, il Presidente del Consiglio, Salvatore Micone, ha replicato con offese gratuite».

L'ultimo episodio, in ordine di tempo, «è l'aggressione subita dalla collega Rita Iacobucci, di Teleregione, mentre documentava lo scontro nell'aula consiliare della Regione tra operatori della formazione professionale e alcuni consiglieri. Le offese e la mancanza di rispetto – rileva il sindacato regionale – non sono accettabili, tanto più nei confronti di chi, con il proprio lavoro, vuole dare rilievo alle istanze sociali».

L’Associazione Stampa Molise, conclude Di Pietro, «esprime la solidarietà ai colleghi, rimarcando, ancora una volta, il ruolo preminente e fondamentale dell'informazione nel nostro ordinamento democratico».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più