Cerca nel sito
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Home  |  News  |  Associazioni
Associazioni | 31 Ago 2020
CONDIVIDI:

Ostia, adesioni record per il 'Talent della legalità' dell'associazione #Noi

A poche ora dalla scadenza dei termini sono oltre 60 le performance, tra danza, teatro, musica e componimenti letterari, arrivate alla segreteria della manifestazione. Il 7 settembre i nomi dei 12 finalisti che si esibiranno nella finale di domenica 27 settembre al Teatro del Lido.
Ostia, adesioni record per il 'Talent della legalità 2020' dell'associazione #Noi

A poche ore dalla chiusura dei termini utili per l'invio, oltre 60 performance, tra danza, teatro, musica e componimenti letterari, sono già arrivate da tutta Italia all'indirizzo di posta elettronica noiamanodisarmata@gmail.com. Lo rende noto l'associazione antimafia #Noi. «Non ci saremmo mai aspettati un'adesione simile, soprattutto in un anno così particolare, dopo aver vissuto un estenuante lockdown, e con una pandemia ancora in corso. Per la giuria, chiamata a dover scegliere tre performance, per ogni categoria, sarà un compito arduo», commenta Dino Cassone, presidente dell'Associazione Antimafia #Noi.

Il 7 settembre verranno pubblicati i nomi dei 12 finalisti che si esibiranno nella finale in programma domenica 27 settembre al Teatro del Lido di Ostia.

Lo scorso anno, 10 finalisti, si sono sfidati, armati solo del proprio talento, davanti a 5 grandi artisti dello spettacolo che alla fine hanno deciso di premiare Sveva Carcieri, una giovane di 15 anni di Ostia, per la categoria danza. Oltre a un primo premio in denaro, i giurati hanno deciso di offrire stage e lezioni, ai ragazzi più meritevoli. In un teatro pieno, 300 persone, hanno applaudito i giovani talenti, tra le lacrime dei partecipanti. Un no, alla mafia, corale ed emozionante.

«Quest'anno - spiega una nota dell'associazione - siamo ancora di più: #Noi, gli amici della giuria (l'attrice Claudia Gerini, il cantautore Giovanni Caccamo, il doppiatore Angelo Maggi, il coreografo e direttore dell'Accademia Seven Arts Theatre Marco Verna, l'attrice Emanuela Fanelli, e Tancredi Schirone, figlio della giudice Simonetta D'Alessandro, la prima a firmare gli arresti per mafia del clan Spada), i talenti che si stanno mettendo in gioco, le istituzioni (il presidente della Commissione Antimafia Nicola Morra, il presidente della Fnsi Giuseppe Giulietti) nella cornice dell'arena del porto turistico di Roma, a Ostia. Insieme, perché, oggi, come ieri, il nostro no alla mafia, arrivi lontano grazie alla voce del talento».

@fnsisocial
  Vedi altre news

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più