CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Minacce 15 Set 2015

San Giovanni Rotondo, incendiata l’auto del giornalista Gennaro Tedesco. Solidarietà da Ordine e Assostampa

Un altro grave atto di intimidazione ai danni di un giornalista. Questa volta è toccato a Gennaro Tedesco, collega di San Giovanni Rotondo, la cui automobile è stata incendiata a causa dei suoi articoli di denuncia. “Chi accende i riflettori sugli interessi nelle comunità locali non può essere lasciato solo”, scrivono Ordine regionale dei giornalisti di Puglia, i consiglieri nazionali pugliesi e della Associazione regionale della stampa.

Un altro grave atto di intimidazione ai danni di un giornalista. Questa volta è toccato a Gennaro Tedesco, collega di San Giovanni Rotondo, la cui automobile è stata incendiata a causa dei suoi articoli di denuncia. “Chi accende i riflettori sugli interessi nelle comunità locali non può essere lasciato solo”, scrivono Ordine regionale dei giornalisti di Puglia, i consiglieri nazionali pugliesi e della Associazione regionale della stampa.

“Un altro grave attacco al lavoro giornalistico, ancor più vile perché colpisce giornalisti di provincia, spesso più esposti a minacce e soprusi”. Ordine e Associazione stampa della Puglia commentano così la vicenda che ha visto protagonista Gennaro Tedesco il giornalista di San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia, la cui automobile è stata data alle fiamme domenica notte.
“Chi, come il collega Tedesco, si assume la responsabilità di accendere i riflettori sugli interessi nelle comunità locali – prosegue la nota congiunta di Ordine e Assostampa – non può essere lasciato solo e chiediamo alla società civile della Capitanata di offrire il massimo della collaborazione alle Forze dell’ordine impegnate a fare piena luce sulle responsabilità di una così grave aggressione”.
Nell’esprimere infine solidarietà piena e incondizionata al collega, Ordine regionale dei giornalisti di Puglia, i consiglieri nazionali pugliesi e della Associazione regionale della stampa “ribadiscono il proprio impegno a contrastare ogni forma di intimidazione, in difesa della libertà di stampa e dei giornalisti che la esercitano nel rispetto delle norme deontologiche”.
Tedesco era già stato vittima, nel recente passato, di atti di intimidazione a causa dei suoi articoli di denuncia.

(Foto: Giornalistitalia.it)

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più